ISCRIVITI o ACCEDI
per intervenire sul forum.
Qui è permesso discutere di tutto... casi umani, topa e manzi (per par condicio), situazioni imbarazzanti o post senza senso. L'importante è sentirsi come a casa... unica regola: rispetto, no racism, peace & love.
Regole del forum
REGOLAMENTO GENERALE DEL FORUM: clicca qui

LINEE GUIDA PER PUBBLICARE IN QUESTA SPECIFICA SEZIONE:
- Quando apri un nuovo argomento, scrivi un titolo chiaro che riassuma efficacemente ciò di cui intendi parlare;
- evita di aprire argomenti che siano esattamente uguali ad altri già presenti;

Torna alla sezione “BAR DELLO SCIAMANNATO”

TITOLO ARGOMENTO:

Il monopattino elettrico: tra omofobia e chi fa gara a chi ce l'ha più lungo


RISPONDI
Avatar utente
Federico Bergna
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 719
Membro da: 11 mesi
Località: Monza
Ha ringraziato: 365 volte
E' stato ringraziato: 172 volte
Contatta:

Il monopattino elettrico: tra omofobia e chi fa gara a chi ce l'ha più lungo

Messaggio da Federico Bergna »

Ho potuto constatare in questa esperienza di un mese e mezzo come, sui social, chi guida un monopattino elettrico viene etichettato come "diversamente etero" o "fannullone".

All'inizio leggendo commenti di questo tipo mi dicevo che va bè... sarà qualche frustrato di turno. Poi invece ho potuto appurare che sembra essere una costante questo giudizio. Ho avuto modo di verificarlo sotto sponsorizzate Facebook sia mie, sia di quelle di altre persone/aziende.

Il monopattino elettrico sta diventando più che un mezzo di trasporto. Sta diventando un modo di cambiare abitudini e mentalità.

In positivo o in negativo. Non sono io a giudicarlo. Di certo, non immaginavo che attorno a questo tema, ci fosse un'aurea paternalistica e in alcuni casi, addirittura omofoba.

Secondo voi da dove può provenire un astio così dichiarato verso i monopattisti?

Sono allibito... Ma non più di tanto. La nostra cultura è stata dai tempi più remoti improntata sul modello "patriarcale" e tutto ciò che esula dalla fatica, dal sudore, dal machismo, dal semplicemente essere felici e godere di qualcosa che ci rende tali, fa paura. E chi esce dal recinto del "patriarca" (o mentalità patriarcale) è "no buono" 😅.

La libertà fa paura, gli imprevisti fanno paura, i cambiamenti fanno paura.

E il monopattino elettrico, sta cambiando il modo di muoversi.

A voi la palla. Cosa ne pensate?

PS: Il patriarcato, in antropologia, è un sistema sociale nel quale il potere, l'autorità e i beni materiali sono concentrati nelle mani dell'uomo più anziano dei vari gruppi di discendenza e la loro trasmissione avviene per via maschile, generalmente a vantaggio del primogenito maschio (organizzazione patrilineare).

Io aggiungo, poi trasmesso di figlio in figlio.


Trovi utile questo forum? Vorresti darci una mano? Fai una donazione 💖 oppure PUBBLICA NEL MARKETPLACE
Parsifal
Novellino
Novellino
Messaggi: 4
Membro da: 11 mesi
Ha ringraziato: 5 volte
E' stato ringraziato: 3 volte

Re: Il monopattino elettrico: tra omofobia e chi fa gara a chi ce l'ha più lungo

Messaggio da Parsifal »

Sicuramente sono persone che non hanno mai provato un monopattino e vivono di soli meme su Facebook o social simili.
Chi prova questa soluzione alternativa di mobilità,non può non evincere che il futuro è nelle nostre mani,tutto il resto guarda Temptation Island e si merita di guardare il grande fratello ogni sera per il resto della vita 😅😅😅.


QUESTO POST HA ULTERIORI 9 RISPOSTE


ISCRIVITI OD EFFETTUA IL LOGIN PER POTER VISUALIZZARE IL RESTO DELLA DISCUSSIONE.


Iscriviti Login
 
RISPONDI

Torna alla sezione “BAR DELLO SCIAMANNATO”